31 gennaio 2005

SCOMMESSA TORINESE
Titolo Fiat in turbo rialzo, oltre il +4%. Il mercato evidentemente scommette che in queste ore un accordo (positivo) con Gm possa essere effettivamente trovato.
MUOVERSI CON CAUTELA...
Dunque, oggi i listini hanno messo a segno corposi rialzi sull'onda delle elezioni in Iraq. Ma, come dice giustamente Buddy Fox, "la prudenza rimane d'obbligo e sempre attenti alle false illusioni emozionali". Come dire: occhio a possibili fuochi di paglia...
FINANCIAL YAHOO
Yahoo ha deciso di mettersi a fare concorrenza a Reuters, S&P Comstock, Dow Jones e tutti gli altri fornitori di quotazioni di Borsa in tempo reale. Con servizi di informazione dai mercati finanziari che saranno offerti direttamente ai navigatori internet e ad altri siti (Forbes.com sara' una delle prime firme del web economico ad adottare il nuovo servizio targato Yahoo).
MERCEDES D'ARABIA
DaimlerChrysler: gli sceicchi degli Emirati Arabi Uniti sono diventati il terzo azionista del big automobilistico. E questo perche' la Dubai Holding ha comprato azioni del gruppo per quasi un miliardo di dollari. Maggiore azionista di DaimlerChrysler e' Deutsche Bank. Mentre al secondo posto c'e' gia' un'altra potente realta' economica del sub-contintente islamico, ovvero l'emirato del Kuwait. Insomma, le teutoniche Mercedes parlano sempre piu' arabo.
RYANAIR D'ITALIA
Ryanair, la regina irlandese dei voli low cost, debutta anche nel traffico aereo interno italiano (finora collegava solo scali nostrani con citta' europee). Il debutto avverra' sulla tratta Alghero-Roma Ciampino: primo volo previsto il prossimo 28 aprile, a offerta promozionale super scontata di 4,99 euro. Insomma, inizia la "campagna d'Italia" di Ryanair e l'Alitalia ha sempre piu' il fiato sul collo...
HOT BNL
In evidenza sul listino il titolo Bnl. Il mercato guarda alle possibili mosse del Monte Paschi. Come abbiamo sottolineato anche ieri giovedi' c'e' il Cda dei senesi e in quell'occasione si parlera' anche della quota nel capitale della banca romana.
EFFETTO IRAQ
Inizio di settimana in positivo per le Borse. Effetto del voto in Iraq. Che si sente anche sul mercato del petrolio: prezzo del barile in deciso ribasso.

30 gennaio 2005

INDEX REVOLUTION
Dopo il recente debutto dell'S&P/Mib, domani in Borsa si cambia ancora: viene dismesso il Numtel e partono i tre nuovi indici Star (per titoli a media capitalizzazione), Techstar (per titoli high tech; una selezione all'interno del Nuovo Mercato) e All Stars (il cui paniere e' la somma di quello Star e di quello Techstar; in tutto 75 titoli). Il senso dell'operazione mi pare chiaro: si prendono i "salvabili" del Nuovo Mercato e li si "traghetta" nel Techstar e quindi poi nell'All Stars, mentre gli altri tecnologici finiscono "annacquati" nel Numtel...
MPS/BNL
Nella settimana che si sta per aprire riflettori puntati anche sul Monte Paschi di Siena. Giovedi' prossimo infatti ci sara' il consiglio di amministrazione dell'Mps e si parlera' anche della quota ancora detenuta nel capitale della Bnl.

29 gennaio 2005

FINMECCANICA FOR PRESIDENT
Finmeccanica-Augusta Westland e Lockeed Martin insieme ci sono riuscite: vinta la gara negli States per il cosiddetto elicottero presidenziale, il "Marine One" della Us Navy destinato proprio a trasportare l'inquilino della Casa Bianca. Alla loro cordata va dunque la commessa. Lockheed Martin ha il ruolo di main contractor e system integrator, mentre alla Augusta Westland, controllata al 100% da Finmeccanica, e' affidata la progettazione del nuovo elicottero "Us 101". Per Finmeccanica questo e' davvero un bel colpo.
METEOBORSA
Lo confermo: secondo me tira una brutta aria sul listino...

28 gennaio 2005

OPA IBERICA
Attese confermate: Autogrill ha lanciato Opa sulla spagnola Aldeasa. Offerto 33 euro ad azione. Valore teorico dell'operazione: 693 milioni di euro.
I RICCHI NON PIANGONO
Per il suo esercizio 2004/2005 la Porsche prevede di mettere a segno un nuovo record di vendite: "almeno 80mila unita'", ovvero circa 3mila vetture in piu'.
AUTOGRILL DIREZIONE SPAGNA
Titolo Autogrill sospeso a Piazza Affari in attesa di un comunicato. Mentre sul listino di Madrid e' stato congelato il titolo della Aldeasa, societa' iberica attiva nei servizi aeroportuali che nei giorni scorsi si era vociferato potesse essere nel mirino proprio di Autogrill. Va detto che Aldeasa pare avere davvero un gran fascino: per tentare di conquistarla si erano gia' mosse pure la spagnola Gea e la svizzera Durfy. Autogrill aveva finora ammesso solo di avere un interesse potenziale per il mercato iberico, parlando di "dossier allo studio". Nulla di piu'. Oggi pero' Expansion scrive che il gruppo controllato dai Benetton potrebbe presentare una offerta per Aldeasa a breve termine e, soprattutto, ora c'e' questa contemporanea sospensione dei due titoli sui due diversi mercati... A questo punto, davvero difficile non pensare che grosse novita' siano ormai in dirittura d'arrivo...
FIAT LUX
Anche oggi il titolo Fiat tiene banco in Borsa. Il mercato sembra proprio vedere una (positiva) soluzione in vista nella trattativa con General Motors.

27 gennaio 2005

ON THE WEB
Iniziativa originale e simpatica quella del sito Telegiornaliste.com.
BRUTTA ARIA...
Troppo nervosismo in questa Borsa. L'ottimismo di solo un mese fa sembra lontano...
VOGLIA DI HOLLYWOOD
Yahoo si avvicina al mondo del cinema. Fisicamente. La compagnia ha infatti preso in affitto in questi giorni un complesso di locali per una estensione complessiva di 24mila metri quadri vicino a Los Angeles, in un'area commerciale e industriale denominata Colorado Center. Obiettivo: creare il nuovo "Yahoo Center", ovvero il nuovo quartier generale del gruppo, e stringere accordi e alleanze proprio con il circo di Hollywood e il mondo dello spettacolo.
FIAT INGRANA LA QUINTA
A meta' mattinata fiammata rialzista per il titolo Fiat sul listino. Il mercato evidentemente di colpo scommette su una soluzione in vista nella difficile trattativa con General Motors per la questione della opzione put sul 90% di Fiat Auto. Qualcuno ha saputo qualcosa e si e' messo a comprare? Il dubbio e' legittimo...
TEMPI DURI PER STM
Stm prevede un calo dei ricavi nel primo trimestre 2005 tra il 4% e il 12% rispetto allo stesso periodo del 2004, con un margine lordo pari a circa il 34%.
I SOLDI CI SONO...
Ecco la conferma che, come anche qui si e' detto, ora a Buenos Aires le casse non sono piu' vuote (e dunque, volendo, qualche soldo in piu' per rimborsare i possessori dei bond a suo tempo finiti in default ci sarebbe...): l'agenzia di stampa statale Telam ha reso noto che le riserve argentine hanno superato proprio in questi giorni la soglia dei 20 miliardi di dollari, ovvero ben il 40% in piu' rispetto all'anno scorso. In pratica si e' tornati ad un livello simile a quello che c'era a inizio 2001.
FLEBO PER IMPREGILO
Alla fine il Cda di Gemina ha deciso di stanziare 250 milioni di euro a favore di Impregilo. Si allontana l'ipotesi dell'entrata del gruppo Gavio?

26 gennaio 2005

CASA GEMINA
"Non abbiamo parlato di nuovi soci": ecco cosa dichiara Giampiero Pesenti, socio di Gemina, subito dopo la conclusione della riunione milanese del patto di sindacato della holding che fa riferimento ai Romiti. E ancora: "Ora c'e' il Cda, saranno loro a prendere le decisioni" (Pesenti non e' nel Cda). Galateri, presidente di Mediobanca, ha detto pure meno: ha infatti semplicemente dichiarato che ci sara' un comunicato stampa dopo il Cda. Insomma, a questo punto ne riparleremo domani.
SEXY THING
In gran spolvero sul listino il titolo della maison Bulgari, in attesa dei dati sui ricavi del quarto trimestre. Il mercato vede rosa...
FIAT DI TRANSILVANIA
Se la teutonica Bmw continua a macinare fatturati da record (vedere post precedente, qui sotto), la nostrana Fiat, per consolarsi, deve accontentarsi di festeggiare le proprie performances 2004 in Romania. Vendite in rialzo del 131%: un dato brillante, che si e' visto appunto solo a Bucarest e dintorni.

PANZER DI GERMANIA
Ennesimo record di vendite per Bmw. Il brillante bilancio 2004 registra vendite che hanno raggiunto quota 1,2 milioni di vetture (+9,4% rispetto all'esercizio 2003) e fatturato in rialzo di ben il 6,8%.
BYE BYE ITALY
Altra fuga dall'Italia. Questa volta tocca alla francese Thomson. Destinata a traslocare destinazione India la produzione di tubi catodici finora basata ad Anagni.
CAMUZZI MAGAZINE
Da lamescolanza.com: "A fine marzo dovrebbe uscire un nuovo news magazine settimanale (in concorrenza diretta con Panorama e L'Espresso). Direttore Andrea Monti, che ha gia' chiamato al suo fianco Gigi Zazzeri (ex Panorama, ex Capital). Formato insolito, tipo quotidiano tabloid. Prezzo popolare, 1 euro. Uffici a Milano in via Vitruvio 43, la struttura si appoggera' sulla Editing di Sergio Luciano. Azionista di riferimento, la famiglia Camuzzi, nota e operativa nel settore dell'energia".

25 gennaio 2005

POLIZZA ALLA CANTONESE
Bel colpo messo a segno oltre muraglia dal Leone di Trieste. Generali China Life, joint venture paritetica tra il gruppo assicurativo italiano e China National Petroleum Corporation, e' entrata nel settore delle polizze vita collettive. Mercato con grosso potenziale.
FUSION FOOD
Non solo pesce crudo. Ora c'e' chi propone il sushi di cioccolato. Su Chocolatesushi.com.
BUFALA HIGH TECH
In Campania e' stato brevettato un gel a base di polisaccaridi naturali che consente di conservare la mozzarella fresca per ben un mese. Lo ha messo a punto il Cnr di Pozzuoli.
AGENDA GEMINA
In agenda per domani sera Cda straordinario di Gemina sul tema Impregilo.
PROVE TECNICHE DI RIMBALZO
Piazza Affari prova a rialzare la testa dopo la batosta di ieri...
VIA SOLFERINO
Torna oggi protagonista sul listino il titolo di casa Rcs: il Sole scrive oggi che sarebbe finita la tregua tra i soci...

24 gennaio 2005

LEGITTIMA DIFESA
Ora sembra tirare davvero una brutta aria un po' su tutti i listini. Uno storno, che tutti sappiamo diventa fisiologico dopo una lunga fase di rialzo, potrebbe essere effettivamente agli inizi. Significativo il cambiamento di tendenza: il popolo dei traders pare adesso abbandonare i titoli piu' ciclici per tornare su comparti cosiddetti difensivi. Il trend si vede nel Vecchio Continente ma soprattutto a Wall Street (dove, giusto per fare un esempio, le quotazioni di Google oggi sono franate, insieme a molti altri titoli high tech, mentre quelle di McDonald's hanno tenuto bene). Questo e', a mio avviso, l'elemento piu' importante in questo momento. Sul quale conviene ben riflettere...
TRONCHETTI PASSA DI MODA?
Quella di oggi e' stata una seduta borsistica particolarmente negativa soprattutto per la galassia Tronchetti. Giu' Telecom e Tim, ancor piu' giu' Pirelli e Camfin, dunque la parte alta della catena di controllo. La sensazione e' che, ormai archiviata l'Opa di Telecom su Tim, il gruppo possa aver perso il suo appeal speculativo. Quell'appeal che ha tenuto banco a Piazza Affari negli ultimi mesi.
DRACULA IN BORSA
Debuttera' il prossimo 10 febbraio sul listino di Francoforte la Paion, societa' biotech tedesca che ricava farmaci contro l'ischemia dalla saliva dei pipistrelli vampiri. Gia' fissata la forchetta di prezzo per l'Ipo, si parla di una valorizzazione della compagnia attorno ai 200 milioni di euro. L'offerta dei titoli si aprira' domani, per chiudersi il 7 febbraio. L'operazione e' supportata da Ubs e Dresdner Bank.
BRIVIDO IMPREGILO
Impennata da brivido, fino alla sospensione per eccesso di rialzo, per il titolo di casa Impregilo, ripartito oggi sul listino dopo la notizia di venerdi' sull'interesse da parte di una cordata italiana.
AMMACCATA GM
I bond firmati General Motors? "Spazzatura in tutto, tranne che nel nome": questo l'inequivocabile giudizio sul Financial Times di oggi. Tempi davvero duri a Detroit. La bandiera delle quattro ruote americane non sventola piu' cosi' in alto come un tempo. Anzi, adesso e' vera e propria crisi. Con pure questa spada di Damocle della option su Fiat Auto...
IL DOSSIER IBERICO DI AUTOGRILL
Sabato Finanza & Mercati ha scritto che Autogrill vorrebbe mettere le mani sulla iberica Aldeasa, azienda che opera nel settore dei servizi negli aereoporti. Oggi l'agenzia Reuters racconta che una "fonte" di Autogrill non esclude che la societa' abbia un interesse per la Spagna, "che rientra tra i dossier allo studio", ma sottolinea che "nessuna decisione e' stata presa al riguardo".
SCHERMO TROPPO PIATTO
La Lg Philips, big mondiale degli schermi piatti, ha registrato un calo di ben il 94% dei suoi utili trimestrali. Tutta colpa di un mercato che sembra gia' saturo, con conseguente caduta dei prezzi di vendita dei display a cristalli liquidi.
FIAT PRENDE TEMPO
Come noto, da oggi e' teoricamente esercitabile da parte degli Agnelli la put option che obbligherebbe Gm a portarsi a casa tutta Fiat Auto. La difficile trattativa tra i due gruppi non ha ancora portato ad un compromesso. Per questo, si e' arrivati alla decisione di prendere ancora tempo. Tutto dunque rinviato al 2 febbraio. Ne ha gia' dato notizia un comunicato di Torino.
TISCALI TRADING
La Borsa riparte debole, ma Tiscali e' ancora al gran rialzo. La partenza e' stata sprint, con un avanzamento di oltre il +4%. Molto bene per chi venerdi', dopo che Tronchetti ha manifestato il suo interesse per la rete paneuropea in fibra ottica dell'internet company sarda, e' riuscito a buttarsi al volo su Tiscali ;-) Siamo in corsa, corriamo... Ricordandoci sempre pero' che questo e' un titolo, come si dice, "da trading"... Dunque, meglio stare sempre in guardia, con il dito sul grilletto, pardon sul tasto del computer...

22 gennaio 2005

FIAT, WEEKEND AGITATO
Lunedi' riflettori accesi su Torino. L'ora X e' ormai alle porte: proprio da lunedi' 24 infatti gli Agnelli potranno teoricamente esercitare la ormai famigerata opzione put, quella che, sempre teoricamente, obbligherebbe gli americani di General Motors a rilevare tutta la Fiat Auto (oggi ancora hanno solo il 10%). Dunque, ultime ore per una trattativa difficile che va avanti da mesi senza arrivare ad un punto condiviso. Gm non ha nessuna intenzione di portarsi a casa Fiat Auto, soprattutto ai prezzi decisi con gli accordi del 1999-2000, ovvero gli accordi dell'era Fresco che anche questa put della discordia stabilirono. Fiat probabilmente e' disposta a cestinare la option ma solo in cambio di una sorta di risarcimento, pure corposo. Finora non si e' giunti ad un compromesso. E ora, appunto, restano ormai poche ore. Senza una intesa, il rischio e' ovviamente che tutto degeneri in una lunga e velenosa battaglia legale.
TISCALI OLE'
Non solo l'interesse di Tronchetti per la rete paneuropea in fibra ottica: in ballo per l'internet company di padron Soru ci sarebbe anche - cosi' almeno sostiene oggi Mf - la cessione di Tiscali Espana. A rilevare la struttura sarebbero managers della stessa controllata iberica.
FANTASY FINANCE
"I soldi? Sapete benissimo che non ci sono": cosi' dice Calisto Tanzi. E voi ci credete? Credete che miliardi e miliardi di euro siano "evaporati", senza che peraltro nessuno per anni si accorgesse di nulla? Magari credete anche al mostro di Lochness, allo Yeti, alle streghe e ai folletti? Perche' di favole a questo mondo ce ne sono davvero per tutti i gusti...

21 gennaio 2005

YANKEE BREMBO
Nei giorni scorsi erano circolati rumors che parlavano di un possibile nuovo e importante accordo di fornitura per Brembo. E oggi l'agenzia Radiocor ha scritto: "Accordo in vista per Brembo con Harley Davidson, la mitica casa motociclistica americana. Il gruppo bergamasco che produce freni a giorni annuncera' l'accordo con gli americani, iniziativa che gli permettera' di aumentare sensibilmente la parte del fatturato - per ora ferma sugli 85 milioni all'anno - nel campo delle moto. Dalla societa' nessun commento".
OPA TIM A SEGNO
Ebbene si', oggi non abbiamo fatto altro che parlare di Tronchetti. Ma, in effetti, visti i temi della giornata e' stata davvero una scelta obbligata. Chiudiamo dunque con il punto sull'Opa di Telecom su Tim. Alla fine e' andata in porto. Le adesioni hanno superato l'offerta. Insomma, altro bel colpo messo a segno da mister Pirelli...
TRONCHETTI ACCENDE TISCALI
E' scattato velocissimo e fortissimo il rialzo sul titolo Tiscali dopo che Tronchetti Provera ha dichiarato di essere interessato alla rete paneuropea in fibra ottica dell'internet company sarda. Con gara tra i traders a chi arrivava prima...
TRA CONFERME E SMENTITE
Luxottica ha dichiarato che "le notizie apparse sulla stampa italiana odierna" relative ad un cambiamento nell'azionariato della societa' "sono assolutamente prive di fondamento". Il riferimento e' al settimanale il Mondo, che ha scritto di un piano che prevederebbe il passaggio del controllo dell'azienda dalla famiglia Del Vecchio ad una pattuglia di manager della stessa Luxottica guidati dall'attuale a.d. Andrea Guerra. Smentita secca, dunque. Da Gemina invece arriva la conferma che una cordata italiana presentera' una offerta per Impregilo. E, per finire, Marco Tronchetti Provera ha detto che nel 2005 "non e' prevista una fusione fra Pirelli e Olimpia". Insomma, venerdi' agitato a Piazza Affari tra conferme e smentite.
USI E COSTUMI
DELL'ISLAM MODERATO

Il re del Marocco, Mohammed, ha sgozzato in diretta televisiva un montone. Per dare ufficialmente il via alla festa dell'Aid el Kebir, durante la quale quest'anno si stima che in tutto il Paese di ovini ne verranno sgozzati ben 5,6 milioni.
WIND, NO GRAZIE
Riguardo i rumors su un suo possibile interesse per la compagnia telefonica di casa Enel, Roberto Colaninno chiarisce: "Non sono interessato a Wind".
CREDEM DYNASTY
Luigi Maramotti e' il nuovo vicepresidente del Credem. Luigi subentra cosi' nelle cariche precedentemente ricoperte dallo scomparso Achille Maramotti, suo padre.
PIRELLI WORLD
Bene il titolo Pirelli dopo la notizia del si' della famiglia Benetton a sottoscrivere la propria quota di aumento di capitale in Olimpia. E oggi, ricordiamolo, e' l'ultimo giorno dell'Opa Telecom su Tim.
TISCALI DE FRANCE
Risale oggi il titolo Tiscali. Spiega l'agenzia Reuters: "A sostenere il titolo dell'operatore cagliaritano sarebbe principalmente l'effetto di un mini rimbalzo tecnico, unito pero' al rasserenamento del mercato dopo il riaffacciarsi di nuovi rumour di stampa sulla cessione degli asset francesi".

20 gennaio 2005

PARMAVILLA
Comunicato Codacons: "Vedere ogni volta Tanzi gironzolare nel parco della sua lussuosissima villa, mentre poveri risparmiatori sono ridotti sul lastrico e hanno perso tutti i risparmi di una vita, e' uno schiaffo al comune senso del pudore. Il patrimonio della famiglia Tanzi deve andare a favore dei truffati. Chiediamo quindi che la villa sia venduta e che i proventi siano ripartiti equamente tra tutti i danneggiati. Per la famiglia Tanzi riteniamo piu' che sufficiente e decoroso abitare in un appartamento di cento metri quadri che dovra' essere messo a disposizione delle autorita' una volta venduta l'attuale dimora. A sostegno di questa proposta il Codacons apre una raccolta di firme. Per aderire sara' sufficiente inviare una mail o telefonare alle sedi del Codacons, lasciando nome, cognome ed indirizzo".
BANCA POPOLARE ITALIANA
Dal matrimonio tra la Popolare di Lodi e l'Antonveneta nascera' la nuova "Banca Popolare Italiana": e' questo il nome che Gianpiero Fiorani, patron dell'istituto lodigiano, avrebbe pensato per la sua nuova "creatura". Questa e' una indiscrezione che e' riportata in un articolo del settimanale Economy che sara' in edicola domani.
ANTONVENETA, SPECULAZIONE AL CAPOLINEA
Nei giorni scorsi lo avevo sottolineato: i toni degli olandesi di Abn Amro Bank si erano fatti decisamente piu' morbidi e gli intenti battaglieri erano scomparsi... Oggi la news del giorno e' che tra Abn Amro e la Bipielle di Fiorani, ovvero tra i due contendenti sul fronte padovano, si e' aperta la trattativa per un possibile accordo. Visto appunto il recente cambiamento di toni degli olandesi la cosa non mi ha sorpreso e, diciamo cosi', non mi ha colto impreparato ;-) Come al solito, in vicende di questo tipo quando si sente aria di battaglia si crea speculazione rialzista, quando invece eventualmente si profila una tregua la stessa speculazione si spegne... E, per quanto riguarda i traders, come si dice, timing is everything...
BOLLA IMMOBILIARE
Pure la Bce ora avverte: "In alcuni Paesi, l'effetto congiunto del notevole eccesso di liquidita' e della forte espansione del credito potrebbe indurre incrementi non sostenibili dei prezzi dei mercati immobiliari". Come dire: occhio che la bolla potrebbe davvero iniziare a sgonfiarsi...
PIAZZETTA CUCCIA
Ancora nessuna decisione riguardo chi dovra' prendere il posto dello scomparso Achille Maramotti nel Cda e nell'esecutivo di Mediobanca.
BYE BYE BARBIE
Sentito? Barbie se ne va in Cina. La Mattel ha infatti deciso di chiudere lo stabilimento italiano che la produce, per muovere appunto in direzione Pechino. Davvero un segno dei tempi...

19 gennaio 2005

SEXY BOTTINO
Curiosa rapina la scorsa notte a Milano. Un uomo armato di pistola si e' fatto consegnare quanto c'era in cassa in un sexy shop di via Settala, zona Porta Venezia. Preso atto che si trattava di un magro bottino, solo 65 euro, si e' portato via anche una bambola gonfiabile e una tuta sadomaso in pelle.
YAHOO GENERATION
Ancora a proposito di Yahoo - abbiamo prima parlato dei brillanti risultati dell'ultimo trimestre - ora una news decisamente piu' frivola: in Romania ad un neonato e' stato dato lo stesso nome dell'americanissimo motore di ricerca. Si', proprio cosi', c'e' un bebe' rumeno che si chiama Yahoo, anzi per la precisione Dragoman Lucian Yahoo. Ad ogni generazione i propri miti...
TELENOVELA WIND
Nei giorni scorsi abbiamo qui raccontato come a Parigi sembrasse davvero poco convincente l'ipotesi di una France Telecom decisa a prendersi Wind. Ebbene, oggi Finanza & Mercati ha scritto che il gruppo transalpino starebbe preparando una offerta da 13,5 miliardi di euro per rilevare il 100% della controllata Enel, ma pronta e' arrivata la smentita proprio da France Telecom, che "formalmente nega l'intenzione di partecipare alla
procedura in corso relativa a Wind".
RICORDANDO L'AVVOCATO
A due anni dalla sua scomparsa, lunedi' prossimo una messa al santuario della Consolata di Torino (ore 18.15) ricordera' Gianni Agnelli. Parteciperanno la famiglia, i manager della Fiat e diverse associazioni legate al Lingotto.
LUSSO BRILLANTE
Comparto del lusso in gran spolvero a Piazza Affari. In evidenza la maison Bulgari e il gruppo Luxottica. Questo e' un settore che puo' fare davvero bene se la ripresa riuscira' a consolidarsi. Oltretutto, ha gia' pagato il suo pegno al supereuro...
ACCIPICCHIA
Utili quintuplicati nell'ultimo trimestre per Yahoo. Complimenti!
BORSANTI
Vi segnalo un bel sito finanziario. E' Borsanti.it. Fateci un salto, ne vale la pena!

18 gennaio 2005

GLI OLANDESI SI ARRENDONO?
Ennesimo post sulla telenovela Antonveneta. Dopo che ieri la Popolare di Lodi e' uscita allo scoperto (ufficializzata una sua partecipazione nel capitale dell'istituto padovano superiore al 2%) e dopo che si e' parlato di una sorta di intesa Fazio-Berlusconi a difesa dell'italianita' di Antonveneta e Bnl, oggi Abn Amro Bank (che fino a qualche giorno fa lasciava intendere di essere pronta a dare battaglia) conferma l'interesse per il Belpaese ma contestualmente parla di rafforzamento "senza forzature". Al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung il presidente del gruppo creditizio olandese gia' socio forte della banca del Nord-Est (con una partecipazione del 12%) ha dichiarato: "Abbiamo bisogno di lungo respiro per ampliare la nostra presenza in Antonveneta e Capitalia, perche' non siamo gli unici a decidere". Si sono rassegnati a mollare il colpo, lasciando quindi campo libero a Giampiero Fiorani? Visto il tono delle dichiarazioni, il dubbio e' piu' che legittimo... Intanto domani dovrebbe esserci un nuovo incontro proprio tra il numero uno della Popolare di Lodi e Antonio Spinelli, rappresentante in Italia di Abn Amro.
SOLDI NEL TONNO
Piano di rilancio per il tonno Palmera. Dai soci (sostanzialmente la famiglia Palau) arrivano risorse fresche per 6,5 milioni di euro. Mentre un pool di banche (Bnl, Antonveneta, Intesa, Monte Paschi, Banco Sardegna e Carige) apre nuove linee di credito per 13 milioni di euro.
NESSUN RILANCIO...
A proposito dell'Opa Telecom su Tim, oggi Tronchetti Provera ha dichiarato: "Rilanci non ce ne sono, gli azionisti facciano i loro conti e la loro scelta".
IPSE AFFAIR
Repubblica ha scritto oggi che Telecom studia l'acquisto di Ipse, dopo la rinuncia di Enel. Ecco la pronta risposta della compagnia telefonica di casa Tronchetti Provera: l'interesse di Telecom Italia per Ipse "riguarda, come sempre, esclusivamente le frequenze e non esistono altre ipotesi allo studio".

17 gennaio 2005

PRESA RAPIDA
Tornato di gran moda a Piazza Affari e dintorni il comparto del cemento...
FINE DELLA SPECULAZIONE?
Telecom Italia Media destinata al delisting? Un'ipotesi assolutamente "destituita di ogni fondamento": questa la risposta ufficiale della controllante Telecom Italia ai rumors che circolano da tempo proprio in questo senso. Con un comunicato l'azienda di casa Tronchetti cerca di fare chiarezza.
FIORANI ALLO SCOPERTO
Di nuovo a parlare della "calda" Banca Antonveneta. La Popolare di Lodi ha ufficialmente in portafoglio una quota del capitale dell'istituto padovano superiore al 2%. Lo ha comunicato la Consob. La stessa cosa vale anche per Unipol, che pero' si e' affrettata a far sapere che lo sforamento della soglia del 2% e' avvenuto a scopo di trading e non per una valenza strategica. Un portavoce del gruppo assicurativo emiliano ha prontamente dichiarato alla Reuters che "al momento non sono previsti altri incrementi della partecipazione in Antonveneta". La stessa linea non la tiene invece, ovviamente, Giampiero Fiorani, finalmente uscito allo scoperto. Da vedere ora come reagiranno gli olandesi di Abn Amro Bank. La telenovela veneta diventa sempre piu' interessante...
SUGGESTIONI FRANCESI PER WIND
No comment. France Telecom decide di non commentare l'ipotesi lanciata dalla stampa nostrana secondo la quale il gruppo transalpino potrebbe barattare il 14% del suo capitale contro il 100% di Wind. Questo fatto potrebbe indurre a pensare che forse qualcosa effettivamente bolle in pentola. Ma, in verita', a Parigi pare prevalere lo scetticismo. Il quotidiano Les Echos sottolinea che una operazione di questo tipo avrebbe il risultato di far lievitare, e non di poco, l'indebitamento di France Telecom e, di conseguenza, non pare dar molto credito all'ipotesi. In piu', va ricordato che, solo la settimana scorsa, il gruppo Enel ha ribadito che il destino di Wind passera' per il collocamento in Borsa. Per cui, anche se nulla puo' essere escluso in questa sorta di telenovela Wind, la pista francese, almeno per ora, pare convincere poco...
FASTBOTTA
Come ahime' prevedibile, oggi riapertura pesantissima per Fastweb. Con il mega aumento di capitale annunciato prima del weekend che ha fatto scattare il profondo rosso. Non e' servito poi molto tenere sospeso il titolo venerdi' (decisione discutibile...). E nemmeno il paginone sul Corriere di ieri con il messaggio di Stefano Parisi e' riuscito a evitare lo scivolone...

14 gennaio 2005

LINEA DEL PIAVE
Da Affaritaliani.it: "Colazione di lavoro fra il premier e il governatore, con Siniscalco e Letta nel ruolo di garanti. Secondo il fazista Grillo, senatore azzurro, Fazio e Berlusconi sono concordi nel tutelare l'italianita' delle banche. Dunque, stop alle mire di Bilbao (Bnl) e Abn (Antonveneta). Ma dall'Olanda promettono guerra". Da Websim.it: "Berlusconi appoggia Fazio: stranieri fuori. Pranzo a Palazzo Chigi con il governatore". Insomma, l'ipotesi che ci sia un italico "catenaccio istituzionale" a difesa di Bnl e Antonveneta e' accreditata da molti. In ogni caso, gli stranieri davvero non paiono proprio intenzionati a mollare il colpo cosi', senza nemmeno combattere. Dunque, se davvero le cose stanno in questo modo, ne vedremo delle belle...
COMUNICAZIONE IMPORTANTE
PER UTENTI FORUM FINANZAONLINE

Nei forum di Finanzaonline.com c'e' qualcuno che si e' registrato come "il Trafficante", che inserisce messaggi con questo nickname e che, soprattutto, come proprio sito web ha indicato il mio vecchio blog, dunque www.iltrafficante.blogspot.com. Ebbene, chiarisco agli utenti di Finanzaonline che NON SONO IO! E che dunque trattasi di un impostore. O, meglio, di un cretino... Io sono un lettore di Finanzaonline, ma non mi sono mai registrato e non ho mai inserito messaggi nei forum.
SALVADENARO
I risparmi affondano? Ecco dove ritrovare l'ottimismo: al "Salvadenaro", salone del risparmio di Repubblica e Somedia. Con diversi incontri e seminari in programma. Da segnare in agenda: appuntamento per i giorni 12 e 13 marzo a Milano, presso Palazzo Mezzanotte, ovvero la sede della Borsa italiana in Piazza Affari. Partecipazione libera e gratuita, necessario pero' registrarsi. Web: www.salvadenaro.somedia.it, mail: salvadenaro@somedia.it.
CINEBORSINO
Scommettere sui film in uscita come se fossero titoli di Wall Street? Si puo' fare su Hollywood Stock Exchange.
CHE SUCCEDE?
Titolo Fastweb sospeso dalle contrattazioni di Borsa per l'intera seduta e pure per l'afterhours in attesa di un comunicato. Primo take chiarificatore dall'agenzia Radiocor, che scrive: "Si terra' nel tardo pomeriggio una riunione straordinaria del Cda di Fastweb (...) Lo indica un portavoce, senza fornire ulteriori precisazioni sui contenuti dell'incontro, se non il fatto che questi non riguarderanno Wind. Fonti di mercato ipotizzano possa trattarsi di un nuovo piano industriale e finanziario". Insomma, non ci dovrebbero essere "sorprese" legate al dossier Wind, dopo che ieri lo stesso Stefano Parisi ha ribadito ufficialmente che per Fastweb quella e' una partita definitivamente chiusa.
ASTALDI "MMMAGICA"
Visto che turbo-rialzo oggi sul listino per la Astaldi? Bene, mooolto bene ;-)
DUTCH WARRIORS
Torniamo sul fronte Antonveneta. Ieri Il Giornale ha rivelato (non smentito) che i Benetton avrebbero trovato un accordo con la Popolare di Lodi per cedere proprio al gruppo bancario di Giampiero Fiorani la loro quota in Antonveneta. Oggi la risposta degli olandesi dell'Abn Amro Bank e' contenuta in una intervista sul Sole. Il presidente Rijkman Groenink dichiara che il suo gruppo "e' pronto a fare tutto quello che e' in suo potere per difendere i suoi interessi, quelli degli azionisti e dei clienti di
Antonveneta". E ancora: "Antonveneta e l'Italia sono strategicamente importanti per Abn Amro". Insomma, gli olandesi non hanno nessuna voglia di ritirarsi, lasciando campo libero alle armate di Fiorani. Ma, anzi, sono pronti a dare battaglia...
VENERDI', SMENTITE
Venerdi', pesce? Be', oggi a Piazza Affari il piatto forte e' semmai la smentita. E la stampa un po' troppo impetuosa deve mandarla giu'... Roberto Colaninno ha smentito di avere allo studio l'acquisizione di Wind. Fabio Innocenzi ha detto che non c'e' nessuna offerta avanzata dalla sua banca, la Popolare di Novara e Verona, agli spagnoli del Bbva per l'acquisto della loro quota in Bnl. Fiat ha smentito di avere in programma un Cda straordinario a brevissimo. Cesare Fiorucci Spa "smentisce che sia stata firmata alcuna intesa relativamente all'acquisizione di una quota di controllo della stessa societa'".

13 gennaio 2005

QUESTIONE DI HATU
Da www.ildomenicale.it: "La Repubblica degli analfabeti. A proposito della questione Regione Lombardia, Repubblica regala oggi ai propri lettori una esilarante infilata di refusi e doppi sensi che, se non fosse tale, sarebbe una fantastica metafora della politica in ogni tempo e luogo. Testuale: "Il premier ha usato tutti gli hatu' per placare l'alleato recalcitrante e convincere l'"amico" Formigoni. (...)". Atout/hatu': c'e' una bella differenza ;-)
COMPANY BLOG
Iniziativa lodevole. La General Motors ha messo online il blog aziendale.
GIU' LE MANI DA ACTARUS
Recentemente ho sentito in una intervista radio Alessio Caraturo, il cantante che ha riproposto (con grande successo di pubblico) la colonna sonora di Goldrake (un mito anche della mia infanzia...), dire che in fondo Actarus era una sorta di eroe proto-pacifista. Eh no, caro Caraturo, tenetevi pure Gino Strada, Agnoletto e Casarini, ma giu' le mani da Goldrake ;-) Forse qualcuno si ricorda male, ma Goldrake contro i "mostri di Vega" impugnava l'alabarda spaziale mica manifestava con lo striscione arcobaleno...
PUBBLICITA' AYATOLLA'
Il parlamento iraniano e' al lavoro per arrivare a promulgare una norma che proibisca completamente le campagne pubblicitarie di prodotti importati dall'Occidente. Il provvedimento e' gia' stato definito e ha gia' avuto il via libera della locale commissione parlamentare cultura. Nel testo, che diventera' legge dopo la necessaria ratifica da parte del "consiglio dei guardiani della rivoluzione", e' previsto il blocco della pubblicita' di prodotti esteri sia in tv che sui mezzi pubblici e nelle affissioni.
FORMIGONI'S WORLD
Da notare. Nella sezione "militanti" del sito internet del governatore lombardo si invita chi volesse "dare un contributo alle battaglie politiche di Roberto Formigoni" (si puo' poi cliccare su diverse possibili opzioni, come ad esempio "fare un lavoro porta a porta", "fare telefonate", "diffondere materiale politico", "intervenire nel pubblico a trasmissioni tv") a contattare l'associazione milanese "Sussidiarieta' e Federalismo", presieduta da un certo Costante Portatadino. Dunque non Forza Italia di cui Formigoni e' pur sempre un esponente...
FASTWEB RIBADISCE
Nota ufficiale di Stefano Parisi, a.d. Fastweb: "Con riferimento ai rumors che circolano sul mercato Stefano Parisi smentisce categoricamente e definitivamente ogni interesse della societa' per una possibile integrazione con Wind. La posizione di Fastweb rimane e
rimarra' immutata rispetto a quanto comunicato lo scorso 14 dicembre, quando e' stata ufficialmente conclusa ogni trattativa al riguardo".
OGGI A PIAZZA AFFARI
Oggi a Piazza Affari in gran rialzo c'e' il titolo del Credem. La notizia della scomparsa di Maramotti ha fatto (cinicamente!) scattare gli acquisti sul titolo. La famiglia Maramotti e' azionista di riferimento del Credito Emiliano e il mercato evidentemente scommette su un possibile disimpegno (si torna a parlare della vecchia ipotesi di una possibile aggregazione con l'Unicredit). In pausa borsistica invece altri titoli caldi di quest'ultimo periodo come Mediobanca e Antonveneta. E, a proposito del dossier Antonveneta, da segnalare che oggi Il Giornale scrive che i Benetton avrebbero raggiunto un accordo con la Popolare di Lodi per cedere proprio alla banca di Giampiero Fiorani la propria quota (5%) dell'istituto creditizio padovano. Sempre calda poi Telecom Italia Media.

12 gennaio 2005

SI' SIRCHIA, NO PARTY
Sirchia ha gia' pronta la sua prossima crociata proibizionista: il ministro della Salute ha gia' dichiarato infatti che, dopo il fumo, iniziera' a combattere ora anche gli alcolici. Oggi in Borsa il titolo del gruppo Campari perde oltre il 2%. Un caso?
CHIAREZZA SU FASTWEB
Titolo Fastweb messo in difficolta' oggi da una nuova ondata di pericolose voci, ma a fare chiarezza arriva ora un lancio dell'agenzia Apcom: "Per Fastweb la partita su Wind e' gia' chiusa. Secondo fonti della societa' non e' infatti ipotizzabile alcun coinvolgimento in una nuova fase per l'acquisto dell'operatore telefonico controllato dall'Enel. Il titolo viaggia in ribasso del 4,3% a 39,73 euro, ma dal quartier generale delle societa' ricordano che la rinuncia a ogni interesse per Wind e' stata resa nota ufficialmente da tempo, rispondendo cosi' ai timori del mercato che oggi ha messo sotto
pressione il titolo sospettando la possibilità di un ritorno di interesse. Timori che un portavoce della societa' definisce assolutamente infondati".
SIMPLY WINE
Dal 14 gennaio gli sportelli del Banco di Sicilia non proporranno piu' solo conti corrente e fondi comuni ma anche vino. E si trattera' pure di bottiglie molto particolari. In vendita in filale ci sara' infatti il Nero d'Avola marchiato "il Cantante" e prodotto nella zona di Pachino dall'azienda dell'inglese Mick Hucknall, voce dei Simply Red, da tempo residente in Italia. Una confezione da due bottiglie costa 49 euro.
LOW COST APPLE
E' stato lo stesso Steve Jobs a confermarlo ieri al Macworld di San Francisco: Apple portera' sul mercato un iPod da 99 dollari e un "mini Mac" da 499 dollari. Insomma, e' svolta low cost anche qui...

11 gennaio 2005

SPERANZA INTEL
Ancora a proposito dello scivolone dei mercati e della brutta partenza in America della stagione delle trimestrali (vedi post precedente, qui sotto) proviamo a consolarci con Intel. O meglio speriamo che i conti, apparentemente in positivo, presentati da Intel possano rianimare il tramortito Toro! Ecco cosa giustamente ha scritto l'amico Buddy Fox: "Intel pubblica un ottimo bilancio. Ricordate cosa vi dicevo ad inizio 2004? Per Intel sarebbe stato un anno da record industrialmente, non bene invece borsisticamente. Bene, basta guardare un grafico e l'ultimo bilancio per capire che le cose sono andate in questo modo. In after il titolo rimbalza, ma non mi stupirei domani di vedere una frittata rovesciata".
BRUTTA ARIA
Seduta da dimenticare a Piazza Affari. Con il rosso che ha dilagato sul listino. Si sono visti, ahime', grossi scivoloni. E pure risparmio gestito e media, comparti che si erano messi in luce nei giorni scorsi, hanno ceduto, azzannati dall'Orso. In enorme difficolta' Tiscali, al centro di una nuova ridda di voci (in negativo...). Settore chip in grande affanno in tutta Europa. News pessime anche dagli States: e' cominciata male negli Usa la attesa stagione delle trimestrali. Hanno deluso i conti di Alcoa, big dell'alluminio, mentre da Advanced Micro Devices, gruppo produttore di microprocessori, e' arrivato addirittura un allarme ricavi. Insomma, peggio non si poteva iniziare e di conseguenza anche a Wall Street l'Orso ha vinto. Tanti brutti segnali dunque e pure tutti insieme. Lo confesso: ora sono abbastanza preoccupato. L'aria che tira e' pesante. Se il Toro non riuscira' a tornare velocemente padrone della scena, allora credo proprio si dovra' dire che lo storno che sapevamo tutti doveva arrivare dopo i corposi rialzi della stagione autunno-inverno e' effettivamente arrivato...
SMOKING RESTAURANTS
La legge che vieta di fumare nei locali pubblici e dunque anche nei ristoranti e' ormai entrata in vigore. Ma, dove i ristoratori hanno provveduto ad installare gli appositi impianti di ventilazione e a realizzare spazi per fumatori a norma, e' ancora possibile accendersi una sigaretta. Su Buon Appetito Milano, la nostra guida ai locali del capoluogo lombardo, e' online la nuova sezione SMOKING RESTAURANTS tutta dedicata proprio agli irriducibili del fumo.
FASCINO TEUTONICO
In un mercato auto che vede sempre tanti storici marchi con il fiato corto continua a ritmi forzati l'avanzata della Bmw (la qualita' paga!). Nel 2004 la casa tedesca ha piazzato nel mondo 1 milione e 209mila vetture. Un dato in rialzo di ben il 9,4% rispetto al 2003. E per questo 2005 Bmw prevede una ulteriore crescita delle vendite.
NIENTE SPRINT
Fiacchetta oggi la Borsa...

10 gennaio 2005

MADE IN AMERICA
Nel Michigan si e' tenuto una sorta di concorso che ha premiato i prodotti regolarmente in commercio con le avvertenze piu' incredibili. Ha vinto uno spazzolone per w.c. sulla cui etichetta e' scritto che "il prodotto non va usato per igiene personale". In finale sono arrivati anche uno scooter che "si muove quando e' utilizzato" e un termometro che secondo il produttore "e' meglio non usare oralmente se prima se ne e' gia' fatto impiego per via rettale".
SOLFERINO NEWS
Nuovi manager per Rcs. Riccardo Stilli (in arrivo da Prada) sara' il nuovo direttore finanziario del gruppo mentre ad Aldo Bisio (attualmente in McKinsey) andra' la carica di direttore generale della divisione quotidiani (le attivita' in terra iberica di Rcs Quotidiani resteranno pero' sotto la responsabilita' di Giorgio Valerio).
TENDENZE DI BORSA
Risparmio gestito in gran spolvero a Piazza Affari. Previsione azzeccata ;-)
ANCORA FIAT
Fiat in positivo sul listino. Le trattative con Gm sono sempre aperte. Atteso sempre nuovo incontro tra Marchionne e Wagoner.

09 gennaio 2005

TELENOVELA ARGENTINA
Come giudico l'offerta di concambio presentata da Buenos Aires per i famigerati bond congelati ormai da tre anni? Be', semplice: un insulto. Che mettera' in grande difficolta' i risparmiatori italiani a suo tempo rimasti fregati dal crac sudamericano. E, proprio a proposito dei risparmiatori nostrani che hanno in portafoglio le obbligazioni argentine finite in default, non mi sembra francamente poi che in Italia si sia combattuto fino in fondo per difendere i loro interessi. Nei confronti della amministrazione di Buenos Aires, che nei negoziati di questi ultimi anni ha mostrato spesso atteggiamenti molto discutibili, forse sarebbe stato e sarebbe ancora oggi meglio adottare una linea piu' dura. Invece, si e' scelto un approccio sostanzialmente morbido, aperto. Che ha portato al risultato che ora tutti possiamo vedere: dopo ben tre anni una offerta clamorosamente al ribasso. E attenzione perche' le cose in terra argentina sono nel frattempo molto migliorate. Dunque, non si pensi che la cassa sia ancora vuota. La verita' e' che, ancora una volta, il conto lo paghera' il popolo dei piccoli risparmiatori. E che, ancora una volta, i tanti "paladini dei risparmiatori" della prima ora si sono nel frattempo dileguati. Un copione triste ma ben rodato: per Cirio e Parmalat non e' successa forse la stessa cosa? E ancor piu' triste e' che la gente in fondo non capisce...
HOT BANKS
Le premesse paiono esserci tutte: anche in questo nuovo anno borsistico i titoli bancari si candidano ad essere protagonisti...

08 gennaio 2005

BNL: BATTAGLIA O INCIUCIO?
Piu' o meno attorno allo scorso inizio di dicembre era borsisticamente esploso il caso Bnl. Una ridda di voci e indiscrezioni sul braccio di ferro tra i soci del patto di sindacato e quelli "ribelli" del cosiddetto "contropatto" ha incendiato il titolo. Insomma, e' partita la speculazione, con una serie di rialzi da brivido. Ora pero' la situazione pare essere cambiata e nella settimana di Borsa che si e' appena conclusa le quotazioni della banca romana hanno tirato il freno, stornando in modo pure molto marcato. Potrebbe trattarsi di semplici prese di beneficio (in fondo Bnl e' arrivata a toccare sul listino valori che non vedeva dalla primavera del 2002). Oppure potrebbe essere che il mercato, guardando sempre al confronto tra i due schieramenti di soci forti, fiuti ormai piu' odore di "inciucione" in vista piuttosto che di battaglia... Staremo a vedere...

07 gennaio 2005

CI RISIAMO
"L'inizio dei saldi e' come l'arrivo della Befana. Non ci crede piu' nessuno": a dirlo e' l'associazione dei consumatori Adoc. E, in effetti, tra prodotti "riesumati" ad hoc e grossi ribassi "civetta" che poi magari ti attirano in un negozio dove la gran parte della roba sta ad un risicato -20%, e' una bella avventura...
NON SI RASCHIA PIU' IL FONDO
Raccolta fondi in ripresa. Dunque - come peraltro gia' detto... - occhio al risparmio gestito quotato...
VINTAGE STOCKS
A proposito di tendenze, da tempo lo diciamo: a Piazza Affari di moda quest'anno le Rnc... Come sono sexy, con quel fascino un po' retro' ;-) E, proprio a proposito di questa categoria di titoli, notiamo (con soddisfazione...) che, zitta zitta, Caltagirone Rnc e' arrivata a toccare quota 6 euro.
SEGNO PIU'
Altra giornata in positivo per l'italico listino. Bene, anche se va nuovamente sottolineato che stiamo vivendo sedute "quasi festive", dunque a volumi ridotti. Cio' significa che per il vero test di mercato bisognera' aspettare la prossima settimana. In ogni caso, godiamoci questo rialzo. In evidenza c'e' ancora il comparto dei media. Rcs tira il freno probabilmente per effetto di comprensibili prese di beneficio, dopo i "turbo-rialzi" dell'ultimo periodo, ma a tenere alta la bandiera del comparto c'e' Mediaset, che riesce finalmente a valicare la soglia dei dieci euro.

06 gennaio 2005

LICENZA DI TRATTARE
Ormai gli incontri al vertice tra Fiat e General Motors assomigliano piu' a riunioni di agenti segreti che meeting di managers. Cosi' non e' ora dato sapere quando e dove si incontreranno la prossima volta Sergio Marchionne e il potente capo di Gm, Richard Wagoner. Top secret. Intanto pero' il tempo stringe: dal 24 gennaio infatti gli Agnelli, almeno teoricamente, potrebbero decidere di esercitare la "famigerata" put option, ovvero quella opzione che, sempre teoricamente (visto che General Motors minaccia di impugnare gli accordi definiti ai tempi della gestione Fresco...), obbligherebbe gli americani a rilevare tutta la Fiat Auto. Comprensibile dunque la tensione, visto che, evidentemente, non si e' ancora trovato un accordo. Dunque, che passino pure gli incontri top secret, alla 007. Unica nota stonata in questo senso: James Bond le macchine italiane non le voleva (preferiva le britanniche). Be', in fondo come Wagoner...
ACCIPICCHIA
Titolo Rcs: anche oggi che rialzo!
GRANDE SCHERMO
Deviazione dal discorso finanziario - ogni tanto bisogna pur staccare ;-) - per parlare di cinema e, in particolare, dell'ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo (che ho visto stasera). Ebbene, il mio personale giudizio e' piu' che positivo. La pellicola e' divertente e fresca. Con il mitico trio che mi sembra aver ritrovato in pieno quello smalto che negli ultimissimi lavori mi era parso un po' appannato.
BASTANO DIECI FETTE...
Dalla prossima primavera, grazie ai recenti accordi tra Roma e Pechino, per la prima volta il prosciutto crudo italiano marchiato Parma e San Daniele potra' essere regolarmente esportato in Cina. E la Coldiretti ha gia' fatto i conti: basterebbe che i cinesi si mangiassero in media solo dieci fette a testa all'anno per esaurire l'intera produzione nostrana.
MONARCHIA CARNIVORA
Lontana davvero la grande crisi di mucca pazza, oggi Cremonini, il re della carne nostrana, si e' buttato con forza in nuovi business. Come quello delle bisteccherie a marchio Roadhouse. O come quello della ristorazione autostradale, a sfidare insomma in casa uno storico big come Autogrill. E ora proprio la notizia che Cremonini e' riuscito ad aggiudicarsi la gestione di tre importanti aree di ristorazione autostradale fa volare il titolo in Borsa. Toccata quota +6%. Buon momento dunque per un imprenditore che ha sempre mostrato grande determinazione e pure, come si dice, grande "vision". Non dimentichiamocelo: Cremonini e' quello che negli anni ottanta capi' al volo che anche in Italia si stava aprendo il mercato dei fast food e ci si butto' quindi creando la catena Burghy. Bruciando sul tempo gli americani di McDonalds, ai quali molti anni dopo ha venduto tutto, capendo che i tempi d'oro di quel settore erano ormai alle spalle. E facendosi peraltro appaltare la fornitura di carne ai punti vendita del Big Mac.
MAGNANIMA BEFANA
Dopo lo scivolone di ieri (innescato dal Nasdaq), oggi a Piazza Affari la Befana porta di nuovo il segno piu'. Meno male. Da notare il nuovo strappo della super speculativa Banca Antonveneta, che riesce a spaccare il livello dei 20 euro. La partita padovana resta dunque caldissima. Da seguire piu' che mai con attenzione... E, a proposito di speculazione, torna al gran rialzo anche Rcs. Il comparto media si fa notare pure con Mediaset, che sembra nuovamente decisa a cercare di dare l'assalto alla coriacea resistenza dei 10 euro. Da sottolineare comunque che oggi in Borsa e' una giornata "quasi festiva", con volumi dunque ridotti.

05 gennaio 2005

TARGET MTV
Sono destinati a rimanere delusi quelli che pensano che la "nuova ReteA" dell'Espresso si mettera' a fare news e intrattenimento generalista per sfidare Rai, Mediaset e pure La7. Stando almeno a diversi "bene informati", una ipotesi di questo tipo non esiste. ReteA e' e continuera' ad essere un network musicale. E, in quanto alla concorrenza, cerchera' di andare ancor piu' all'assalto di Mtv. Ecco chi semmai si deve preoccupare...
WALLY ROSSO N.2
Guardiamo ancora in direzione di Wall Street. Perche' i listini americani oggi hanno davvero provato a recuperare la via del rialzo, ma, alla fine, hanno ceduto. E il segno meno ha ancora prevalso. Male soprattutto i titoli delle compagnie aeree. A questo punto, con quest'aria pesante che arriva da Wally e dintorni, non ci resta che sperare nella stagione delle trimestrali ormai alle porte. Urgono "good news" altrimenti qui le cose si mettono male...
ONEMOREBLOG
A proposito del mio recente cambio di blog, Luca Ajroldi di Onemoreblog mi ha scritto: "Complimenti. Usare B2evolution come piattaforma e' una scelta intelligente, l'ho fatta anche io :-) Bella e semplice la grafica. Mantienila piu' 'zen' che puoi. Siamo stanchi di blog azzeppati di roba, di flash, di java, di elenchi". Ringrazio Luca per i complimenti! E ho voluto pubblicare il suo messaggio perche' ben "fotografa" la filosofia del mio restyling grafico. Che spero tutti i lettori abbiamo gradito ;-) E, a proposito di Onemoreblog, vi segnalo che Luca Ajroldi ha messo in piedi una struttura editoriale (con bloggers e giornalisti) che produce blog di informazione. Ecco i relativi indirizzi: www.politicablog.info, www.blogyourmind.info, www.blogs4biz.info e www.misstrendy.info. Credo sia una iniziativa interessante e per questa ragione ve la segnalo.
INVESTITORI COMBATTUTI
Massimo Giampietro - lettore che ha un blog che mi sembra vagamente ispirato al sottoscritto ;-) visto che si chiama www.trafficantedecannelloni.blogspot.com (mi sa che faccio tendenza...) - a proposito di questo ribasso dei mercati mi ha mandato via mail una sua bella analisi, tecnica e competente. Eccovela: "Con i mercati vicini ai massimi degli ultimi tre anni, gli investitori sono combattuti. Da una parte, la paura per gli eccessi dell'esuberanza, dall'altra le speranze per un trimestre tradizionalmente favorevole. All'improvviso si e' riaffacciata un'altra minaccia che ieri ha provocato un deciso sell off nei mercati finanziari nordamericani. La pubblicazione delle 'minute' del meeting del 14 dicembre scorso della Federal Open Market Committee rivela una preoccupante spaccatura tra falchi e colombe all'interno della Fed. Un certo numero di banchieri centrali del Fomc esprime una crescente preoccupazione per le conseguenze inflazionistiche del dollaro debole, dei prezzi energetici e del rallentamento della crescita della produttivita'. Alcuni avvertono che il lungo periodo di tassi bassi sta provocando comportamenti stile 'bolla' ed 'eccessivo risk-taking', come ad esempio 'credit spreads' molto stretti, un accelerazione delle Ipo (Initial public offering) e delle M&A (Mergers and Acquisition), oltre alla continua corsa del mercato immobiliare. Quali sono le prospettive inflazionistiche della politica monetaria americana? I falchi della Fed fanno sentire la loro voce! Paura?".
EFFETTO WALLY A PIAZZA AFFARI
Lo scivolone di ieri sui listini americani, in particolare sul Nasdaq, di cui vi ho gia' parlato (vedi post precedente, qui sotto) ha fatto subito temere un contraccolpo negativo sui mercati del Vecchio Continente. E cosi' oggi va in scena l'Orso anche a Piazza Affari. Con segno rosso dilagante un po' su tutto un listino effettivamente ormai piuttosto tirato. Supereremo anche questo, ma, attenzione, a questo primo campanello d'allarme. E' un segnale e, probabilmente, ne vedremo altri, magari distanziati. Cosa vuol dire? Semplice, che il "fisiologico" storno, di cui qui si e' parlato gia' in abbondanza, potrebbe avvicinarsi. Meglio dunque navigare a vista.

04 gennaio 2005

GNOMI FURIOSI...
Nel recente cambio di blog mi sono effettivamente dimenticato di avvisare gli amici di Borsaoperativa.com, che i miei messaggi pubblicano da tempo anche sul loro sito, "pescandoli" praticamente in presa diretta dal mio web tramite sistema da loro realizzato. Troppo simpatica la loro mail di protesta per non essere almeno in parte pubblicata. Dunque, eccola: "E noi poveri gnomi? Ci facciamo un culo alla Mimi' metallurgico in una grotta che sa di biologico di renna e con strumenti che
in Laos si metterebbero a ridere. E riceviamo solo lamentele! Quando cambiate blog ricordatevi dei poveri gnomi che pubblicano i rumors prima che, a furia di bestemmiare per capire cosa non funziona, detti gnomi scendano nelle preferenze divine sotto il mullah Omar!". Per la cronaca aggiungo che, ovviamente, abbiamo gia' "fatto pace". Per fortuna, gli gnomi mi hanno perdonato ;-)
IL NASDAQ INCIAMPA
Brutto scivolone del Nasdaq. Cattivo segnale. Si sono viste vendite pesanti su Sun, Cisco, Amazon, Yahoo, Ebay. Tra i big dell'high tech ha retto oggi solo Apple.
AL CASELLO DEI 20 EURO
In questi primi giorni del nuovo anno quasi d'obbligo parlare delle storie di Borsa. Visto il brio mostrato da tanti titoli alla riapertura del mercato dopo la pausa di capodanno. E tra questi dobbiamo a questo punto puntare il dito su Autostrade. Alla fine, dopo la bella e regolare cavalcata di fine 2004, oggi e' stato raggiunto il casello dei 20 euro. Un successo annunciato...
CASPITA!
Belle prove di forza a Piazza Affari. Pirelli ha valicato ieri quota 1 euro e oggi difende questa soglia, molto importante anche in senso psicologico, avanzando ancora. E poi si mette in luce pure Geox. Il pirotecnico collocamento della "scarpa che respira" non e' stato un fuoco di paglia: c'e' del buono davvero...
L'ORA DEI MEDIA
Oggi colpo di reni del titolo Mediaset, che sembra voler finalmente tentare di muoversi verso la soglia dei dieci euro. Se consideriamo questa energia insieme alle performances gia' messe a segno dalla scatenata Rcs e pure da titoli editoriali piu' "di nicchia" (es.: Mondadori o anche Cairo), allora non si puo' non registrare il gran risveglio del comparto media. Un ottimo segnale, visto che proprio questo settore, storicamente "ciclico", anticipa i grossi trend di mercato. Insomma, c'e' da essere ottimisti, anche se, come si e' ribadito spesso, la prudenza in Borsa e' d'obbligo. E piu' che pericolosi atteggiamenti "fideistici", e' sempre meglio una saggia e distaccata analisi day by day. Come dire: positivi si', ma senza mai cedere a irrazionali e incontrollati entusiasmi...
RISPARMIO GESTITO
Nel 2004 il comparto del risparmio gestito ha davvero poco brillato. Ora pero' le sue potenzialita' non andrebbero piu' snobbate. Se infatti, storni permettendo, quest'anno il Toro riuscira' a tenere ancora banco in Borsa, insomma se ci sara' una bella fase di cosiddetta accumulazione, allora anche il risparmio gestito potrebbe ritrovare un po' dello sprint perduto. E pure la Borsa dovrebbe tenerne conto... Per cui, occhi aperti...
FRONTE PADOVANO
Non "molla" il titolo della Banca Antonveneta, che anzi, continuando a "rosicchiare", si e' ormai portato in vista dell'obiettivo dei 20 euro. Segno che la partita padovana resta aperta...

03 gennaio 2005

LO TSUNAMI DEI POVERI
A proposito della tragedia del maremoto c'e' una cosa che mi ha particolarmente colpito: se da una parte il bilancio dei morti e' apocalittico, dall'altra e' gia' stato detto da diverse fonti che il contraccolpo sulle economie dei Paesi asiatici direttamente coinvolti non sara' poi cosi' catastrofico. Insomma, morti illimitati (tanto che pare abbiano rinunciato a contarli), ma danni per le infrastrutture economiche limitate. Perche', almeno cosi' si dice, sono state colpite piu' le aree rurali, quelle piu' povere, rispetto ai centri nevralgici del commercio e dell'industria. Lo tsunami diventa cosi' ancora piu' odioso, perche' e' la tragedia dei poveri, anzi dei piu' poveri. In Giappone, Paese ricco, dove quindi la vita umana vale di piu', ci sono sistemi di allerta in grado di avvisare la popolazione se un maremoto e' in arrivo. Nel Sud-Est asiatico, dove invece la vita vale poco, nessun sistema. Tutto affidato al destino. Destino che decide di colpire i poveri. E, tra questi, i piu' poveri. I poveri dei poveri. L'economia sopravvive e pure i lussuosi atolli maldiviani in termini relativi pagano un prezzo piu' basso. Il prezzo piu' alto, quello che assomiglia tanto all'apocalisse, lo pagano i disperati di Aceh.
MAGIC GOOGLE
Bel colpo per Google: sul listino americano il titolo e' riuscito a sfondare quota 200 dollari.
SUL LISTINO
Indesit e Bpu: ecco due titoli che sanno destare il mio interesse... La ex Merloni (con il nuovo anno e' scattato il pianificato cambio di denominazione sociale) e' in recupero (dopo la bastonata borsistica, troppo esagerata, seguita al recente profit warning) e, visto che parliamo di una azienda che ha sempre dimostrato di essere ben gestita, credo la fiducia su questo fronte non sia mal riposta. Oltretutto sul listino la societa' marchigiana e' presente anche in versione rnc e e di questi tempi i titoli di questa tipologia hanno un loro fascino... E, passando poi a Banche Popolari Unite, mi sembra in questo caso di vedere ancora del potenziale...
MADE IN JAPAN
Ci sono cose a volte futili, o almeno apparentemente futili, che ti sanno colpire. Oggi io sono rimasto colpito da vedere in vendita una macchina da cucire Toyota. Mi e' sembrato davvero molto bizzarro. Un prodotto cosi' istintivamente ormai "consegnato al passato" e i giapponesi che ci si buttano comunque. Forse, in fondo, qualunque produzione e' pur sempre una nicchia. E, forse, in qualunque nicchia si puo' guadagnare. E' tutta questione di costi...
ASTALDI
Continua a macinare il titolo della Astaldi. Bene, anzi molto bene ;-) Da queste parti alla Astaldi abbiamo dato fiducia da tempo...
INET
In grande evidenza sul listino il titolo Inet. Novita' in vista?
MANAGERS NEWS
Paride Cleopazzo, bravo manager commerciale con lunga esperienza nel settore dei media e dei servizi per il mondo finanziario (nel suo c.v. anche diversi anni al Sole24Ore e all'Ansa) passa al gruppo Cfs Rating.
BUONA PARTENZA
Parte bene l'anno borsistico. Aspettando lo storno che prima o poi dovra' arrivare, il Toro sembra tenere ancora banco. Che la fisiologica correzione sia rimandata alla primavera? Nel dubbio, continuiamo a goderci i rialzi. Pronti a "scendere dal carro" qualora arrivassero brutti segnali. In questa prima seduta del 2005 dominano la scena i titoli della galassia Tronchetti (oggi al via l'Opa su Tim) e ancora Rcs, ovvero la regina del 2004.
Post precedenti:

per leggere tutti i post precedenti consulta subito qui di seguito l'archivio del blog organizzato su base mensile

| dicembre 2004 | gennaio 2005 | febbraio 2005 | marzo 2005 | aprile 2005 | maggio 2005 | giugno 2005 | luglio 2005 | agosto 2005 | settembre 2005 | ottobre 2005 | novembre 2005 | dicembre 2005 | gennaio 2006 | febbraio 2006 | marzo 2006 | aprile 2006 | maggio 2006 | giugno 2006 | luglio 2006 | agosto 2006 | settembre 2006 | ottobre 2006 | novembre 2006 | dicembre 2006 | gennaio 2007 | febbraio 2007 | marzo 2007 | aprile 2007 | maggio 2007 | giugno 2007 | luglio 2007 | agosto 2007 | settembre 2007 | ottobre 2007 | novembre 2007 | dicembre 2007 | gennaio 2008 | febbraio 2008 | marzo 2008 | aprile 2008 | maggio 2008 | giugno 2008 | luglio 2008 | settembre 2008 | ottobre 2008 | novembre 2008 | dicembre 2008 | gennaio 2009 | febbraio 2009 | marzo 2009 | aprile 2009 | maggio 2009 | giugno 2009 | luglio 2009 | agosto 2009 | settembre 2009 | ottobre 2009 | novembre 2009 | dicembre 2009 | gennaio 2010 | febbraio 2010 | marzo 2010 | aprile 2010 | maggio 2010 | giugno 2010 | luglio 2010 | agosto 2010 | settembre 2010 | ottobre 2010
  • Current Posts
  • __________________________________________________________________________________

    fuorimercato2011@gmail.com