06 maggio 2009

Ma i soldi chi ce li mette?

Nel precedente post ho parlato dei miei dubbi sulle operazioni Fiat-Chrysler e Fiat-Opel. E questo in un momento in cui se leggi i giornali pare che spazio per dubbi non ce ne possa assolutamente essere, con tutti dediti solo a fare paginate su quanto è bravo Marchionne e su quanta è bella la Fiat. Per carità, non voglio fare il bastian contrario a tutti i costi, dico solo che secondo me almeno al momento resta ancora qualche zona grigia, che quindi può far sorgere dei dubbi. La zona grigia, tanto per parlarci chiaro e per andare al sodo, è quella dei soldi da mettere sul tavolo. Sia per Chrysler che per Opel bisogna tirare fuori soldi. Tanti soldi. E il dubbio è presto detto: chi ce li mette? Sia gli americani per Chrysler che i tedeschi per Opel hanno fatto capire in sostanza che loro non hanno intenzione di svenarsi. Sono convinti quindi che i soldi li tiri fuori la Fiat? Mi sembra che Marchionne finora abbia insisto sul costo zero delle operazioni internazionali. E allora, considerando che sulle grandi banche si può fare in questo momento poco conto, la domanda resta: chi ce li mette i soldi? Marchionne ha chiarito definitivamente e concretamente questo punto sia con gli americani che ora con i tedeschi? Se sì, forse sarebbe il caso che tutto venisse spiegato fino nei dettagli. Se no, beh allora altrochè partita chiusa...

Etichette: , ,

4 Commenti:

Blogger LL ha detto...

una parte gli operai fiat che lavorano in italia?

11:58 AM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Good evening my darling.
Indipendenza di visione, libertà di pensiero, trasparenza, equità di giudizio.
Penso che queste siano le differenze che dovrebbero passare tra un blogger amatoriale ed un giornalista professionista, giocoforza soggetto ad interessi editoriali, economici e politici; queste le qualità di un pensatore che si dica liberale nell'animo, alieno ad ogni corporativismo e consorteria.
Tutto questo per cosa? Nel tuo interessante blog le trovo espresse.. a singhiozzo, eppoi al mio primo commento che ti lasciai qualche mese fà mi rinfacciasti di essere un integralista dedito al bolscevismo, ancora mi prude questa accusa..
Non hai esitato ad attaccare Obama ogni volta che le borse tremavano per le enormi difficoltà economiche (di cui lui non era certo la causa), giudicando inutili e dannosi i suoi provvedimenti. Oggi che si "rimbalza", pur lungi da ogni facile ottimismo, non credi che si possa dire che il sistema è stato almeno temporaneamente stabilizzato e si è quantomeno allontanata una catastrofe che pareva immininente?
Secondo. Non perdevi occasione per farti (giustamente) beffe del povero WV, personaggio tra i più insipidi ed incapaci mai visti sulla scena politica. Aspetterei in gloria due righe, un trafiletto sulle scempiaggini del nostro caro Silvietto, prima commemora i defunti in Abruzzo poi si fà la foto ricordo sulle macerie facendo "avances" alla procace volontaria della Prociv.. Per me lui è il vero nemico del liberismo, perchè se ne fà portavoce senza averne titolo, essendo in buona parte alieno al concetto stesso di democrazia.
Con stima
Marco

1:15 PM  
Blogger Ste ha detto...

Per Marco (commento qui sopra):

Ciao Marco,
cerco di rispondere per punti al tuo commento:

- sono d'accordo su quanto dici a proposito della differenza che dovrebbe passare tra un blogger (sostanzialmente libero) e un giornalista professionista (sostanzialmente condizionato)

- d'accordo pure sullo spirito liberale...

- sul fatto che io esprimerei queste cose "a singhiozzo" non sono ovviamente d'accordo invece. Anche perchè una "accusa" generica e generale secondo me vuol dire poco o niente. Parliamo dei singoli casi concreti. Cosa che poi fai nel tuo comment, con 2 casi, su cui poi rispondo (punto seguente). 2 soli casi dunque, pochini secondo me per presumerne una presunta tendenza di correttezza "a singhiozzo", non credi? Scrivo su blog dal 2003, 6 anni!, avrei "sbagliato" solo in 2 casi? Magari! Se fosse così mi stai facendo in realtà un complimento ;-) 2 casi "sbagliati" su migliaia ormai di post scritti. Beh, grazie ;-) San Pietro ha sbagliato 3 volte ed è comunque diventato capo della chiesa cattolica, io solo con 2 beh potrei almeno ambire a fare il presidente della repubblica ;-)

- sull'accusa di "bolscevismo" era in chiave ironica (e tu lo sai...), tanto è vero che, mi ricordo benissimo, mi ero poi definito pure io un po' bolscevico ;-)

- Riguardo Obama, non solo non rinnego le mie critiche, ma anzi le confermo e le ribadisco con ancora più forza. Il rimbalzo di questo periodo non credo assolutamente che sia "merito" suo! Il rimbalzo nasce da una parte da un fatto "tecnico" (correzione fisiologica dopo un clamoroso ipervenduto) e dall'altra dal fatto che il mercato si è reso conto che forse nei mesi passati c'è stato chi ha esagerato nel descrivere la portata della crisi. Come ad esempio proprio Obama!!! Che lo ha fatto per puri fini politici. La "catastrofe che pareva imminente" di cui parli e che poi non c'è stata semplicemente "pareva imminente" a chi credeva a quello che diceva ad esempio Obama. Non c'è stata semplicemente perchè non c'era!!!!! La portata della crisi è stata "esagerata" da un sacco di gente a cui ha fatto comodo che fosse così! Questa è la verità, e non è solo Obama. Io nel mio piccolo rivendico il merito di aver scritto più volte nei mesi bui che non c'era un altro 29 alle porte, come invece tutti dicevano! Proprio così. Le critiche ad Obama che qualche tempo fa faceva solo qualche "pazzo" blogger (come il sottoscritto!) oggi crescono e montano in tanti ambienti americani. Basta leggere i giornali americani per rendersene conto. Il New York Times ad esempio, uno dei giornali che aveva sostenuto Obama, in questo periodo ad esempio ha parlato della "delusione Obama". E il suo piano d'intervento bancario rischia di saltare. Per tutto questo non mi passa nemmeno per la testa di rinnegare ciò che ho scritto su Obama. Come detto, lo ribadisco e lo rivendico.

- riguardo la politica di Berlusconi non credo proprio di essermi sottratto alle critiche quando le ho ritenute opportune. L'ho sempre detto: almeno in questa fase storica mi sento più vicino alla destra che alla sinistra (ma in passato ho votato anche a sinistra) ma questo non mi impedisce di attaccare e criticare la destra se sbaglia o di lodare la sinistra se fa bene. Chi mi segue sa che di questa linea "pragmatica" e "non dogmatica" ne ho fatto una sorta di bandiera (lo ho ribadito più volte). E credo per questo di essere apprezzato. Giusto per fare qualche esempio se mi hai seguito avrai visto che ad esempio sul caso Alitalia ho criticato pesantemente il governo Berlusconi. Stessa cosa e ancor più pesantemente sulla politica degli aiuti di Stato. Idem con gli interventi sulle banche. Idem con le rottamazioni. Francamente non mi sembra poco. Praticamente ho bocciato tutta la politica economica di questo governo! Ti sembra poco? Certo, in questa fase(per rispondere al punto sulle avances e le palpatine) preferisco parlare di politica economica piuttosto che di palpatine. Non perchè approvi le palpatine e le avances (anzi, le trovo deplorevoli, roba da commediucola di quart'ordine; contento che te ho messo nero su bianco?), ma semplicemente perchè preferisco parlare in questo momento cvosì delicato in tutto il mondo di economia e politica. Magari proprio, come dimostrato, per demolire la destra! Al contrario ad sempio ho sempre lodato Bersani per le azioni nel senso delle liberalizzazioni. Questi sono esempi concreti.
Nei fatti ho dimostrato di ragionare con la mia testa. Nel bene e nel male, ma sempre con la mia testa. In fondo se tengo un blog è per dire cosa penso in libertà. Altrimenti non avrebbe senso. Parlo in libertà. Seguendo quello che penso io. Io e io solo. E infatti questo è un blog personale. Proprio per essere completamente libero uso un nickname. Se mi viene in mente di dire una cosa in favore la dico, idem per una cosa contro qualcosa. Io penso, io decido,io scrivo. L'unica cosa che, scusami, non posso accettare è quella di farmi "ordinare" i post - uso apposta le virgolette ;-). Non prendo "ordinazioni" su cosa "dovrei" scrivere. Sugerimenti sui temi da affrontare sì (sia chiaro sono sempre ben accetti!!!!!!!), ma poi quello che scrivo lo decido io. Se facessi diversamente, sarei un pochino meno libero, non credi?

Dasvidania, compagno Marco ;-)
Vacci piano con la vodka ;-)


Il singhiozzante liberale Steve

2:49 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie per l'ampia replica, considero chiuso l'"incidente" sul bolscevismo .. (però, sono permaloso, me lo sono tenuto nel gozzo per due mesi..!), continuerò a leggerti con piacere, aspettando comunque il giorno in cui spernacchierai l'attuale Prime minister, .. ne và delle sorti della nostra italietta! sarebbe bello che si creasse una sorta di opinione pubblica 2.0 in cui ci si possa confrontare costruttivamente sulle cose concrete senza pregiudizi .. e tu sei nella mia "playlist", anche se come vedi ogni tanto ti punzecchio..
poi giustamente scrivi ed esprimi ciò che reputi meglio, i miei sono solo appunti di stima, ai coglioni non vale neanche la pena replicare..
buona serata
marco

4:33 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Post precedenti:

per leggere tutti i post precedenti consulta subito qui di seguito l'archivio del blog organizzato su base mensile

| dicembre 2004 | gennaio 2005 | febbraio 2005 | marzo 2005 | aprile 2005 | maggio 2005 | giugno 2005 | luglio 2005 | agosto 2005 | settembre 2005 | ottobre 2005 | novembre 2005 | dicembre 2005 | gennaio 2006 | febbraio 2006 | marzo 2006 | aprile 2006 | maggio 2006 | giugno 2006 | luglio 2006 | agosto 2006 | settembre 2006 | ottobre 2006 | novembre 2006 | dicembre 2006 | gennaio 2007 | febbraio 2007 | marzo 2007 | aprile 2007 | maggio 2007 | giugno 2007 | luglio 2007 | agosto 2007 | settembre 2007 | ottobre 2007 | novembre 2007 | dicembre 2007 | gennaio 2008 | febbraio 2008 | marzo 2008 | aprile 2008 | maggio 2008 | giugno 2008 | luglio 2008 | settembre 2008 | ottobre 2008 | novembre 2008 | dicembre 2008 | gennaio 2009 | febbraio 2009 | marzo 2009 | aprile 2009 | maggio 2009 | giugno 2009 | luglio 2009 | agosto 2009 | settembre 2009 | ottobre 2009 | novembre 2009 | dicembre 2009 | gennaio 2010 | febbraio 2010 | marzo 2010 | aprile 2010 | maggio 2010 | giugno 2010 | luglio 2010 | agosto 2010 | settembre 2010 | ottobre 2010
__________________________________________________________________________________

fuorimercato2011@gmail.com