02 dicembre 2008

La "coerenza" di Sky e Pd

Dico pure io la mia su questa storia dell'Iva portata dal 10% al 20% per le pay-tv e delle relative proteste di Sky e del Pd. Se si vuole fare un discorso serio, credo occorra partire dal fatto, incontrovertibile, che l'Iva al 10% rappresenta nel nostro sistema un'agevolazione per i generi di primo consumo. Fu deciso a suo tempo di applicarla anche alla pay-tv solo per favorirne l'introduzione in Italia. Ora, se si guarda a Sky, che può contare ormai sulla bellezza di 4,6 milioni di abbonati, direi che la fase di introduzione può dirsi più che superata. L'Iva al 10% diventa a questo punto un privilegio. Ma davvero vogliamo che in questo Paese, soprattutto in una fase di crisi economica, un bene più che voluttuario come la tv a pagamento sia trattato come il pane o il latte? La decisione del governo è più che giusta proprio perchè elimina questa stortura (la pay-tv non è un genere di prima necessità come il pane, la pay-tv è un lusso!) e abbatte un privilegio ormai già antistorico. E nemmeno vale, almeno in questo caso, il discorso del conflitto di interessi, visto che il provvedimento riguarda anche Mediaset Premium, altro fatto incontrovertibile (tanto è vero che proprio per questo ieri il titolo di Mediaset ha preso una mazzata in Borsa). Chiarito tutto questo, la crociata subito indetta dal Pd di Veltroni in soccorso dell'impero di Rupert Murdoch (la sinistra che difende i poveri multimiliardari, curioso no?) appare per quello che è: un puro tentativo di strumentalizzare la vicenda a fini politici. Un tentativo così sfacciato da risultare penoso. Insomma, l'ennesimo errore di Veltroni, uno che sembra far di tutto pur di affossare il Pd (contenti loro, contenti tutti). Basta dire un'ultima cosa per chiudere definitivamente la vicenda. Il Pd dice di fare questa battaglia per evitare aumenti di costi ai milioni di italiani abbonati a Sky. Bene, dov'era allora il Pd quando solo qualche mese fa Sky decideva di rincarare i propri abbonamenti? Come mai in quel caso dei maggiori costi per gli stessi milioni di italiani non fregava niente al Partito Democratico? Stesso discorso vale ovviamente per Sky: oggi protestano perché i loro abbonati dovranno pagare di più, ma quando gli aumenti sono loro a farli allora tutto va bene. Certo che per "coerenza" Pd e Sky si sono proprio trovati! Come si dice, chi si somiglia si piglia...

Etichette: , , ,

3 Commenti:

Anonymous Michele ha detto...

Molto semplice.... abbonato da anni a Sky, l'aumento di luglio è stato proprio in più (visto il momento economico)....

la soluzione? rinunciare a Sky... dopotutto non è un dramma.... ho chiuso l'abbonamento alla naturale scadenza e stop, non ci penso più....

Non possono prendersi tutti gioco di noi consumatori....

4:54 PM  
Anonymous Marco ha detto...

Mi sembra veramente assurdo che io debba pagare il 20% di Iva sul riscaldamento mentre gli abbonati a Sky (poverini) pagano solo il 10%.

8:19 AM  
Anonymous Supercubo ha detto...

E' vero, l'iva al 10% non ha senso per Sky. Quindi giustissimo così.

Qualcuno sa motivarmi come mai la Coca Cola ha l'Iva al 20% (GIUSTO!)e la Nutella al 10% (INSOMMA!) ??

2:28 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Post precedenti:

per leggere tutti i post precedenti consulta subito qui di seguito l'archivio del blog organizzato su base mensile

| dicembre 2004 | gennaio 2005 | febbraio 2005 | marzo 2005 | aprile 2005 | maggio 2005 | giugno 2005 | luglio 2005 | agosto 2005 | settembre 2005 | ottobre 2005 | novembre 2005 | dicembre 2005 | gennaio 2006 | febbraio 2006 | marzo 2006 | aprile 2006 | maggio 2006 | giugno 2006 | luglio 2006 | agosto 2006 | settembre 2006 | ottobre 2006 | novembre 2006 | dicembre 2006 | gennaio 2007 | febbraio 2007 | marzo 2007 | aprile 2007 | maggio 2007 | giugno 2007 | luglio 2007 | agosto 2007 | settembre 2007 | ottobre 2007 | novembre 2007 | dicembre 2007 | gennaio 2008 | febbraio 2008 | marzo 2008 | aprile 2008 | maggio 2008 | giugno 2008 | luglio 2008 | settembre 2008 | ottobre 2008 | novembre 2008 | dicembre 2008 | gennaio 2009 | febbraio 2009 | marzo 2009 | aprile 2009 | maggio 2009 | giugno 2009 | luglio 2009 | agosto 2009 | settembre 2009 | ottobre 2009 | novembre 2009 | dicembre 2009 | gennaio 2010 | febbraio 2010 | marzo 2010 | aprile 2010 | maggio 2010 | giugno 2010 | luglio 2010 | agosto 2010 | settembre 2010 | ottobre 2010
__________________________________________________________________________________

fuorimercato2011@gmail.com