15 settembre 2008

A che servono gli analisti?

Nel giorno della bancarotta di un altro colosso americano, Lehman Brothers, tra le mille notizie che arrivano su mercati finanziari comprensibilmente di nuovo nel panico c'è pure questa: gli analisti delle agenzie Moody's e Fitch decidono di azzerare il rating di Lehman Brothers; il nuovo giudizio di Moody's sulla banca d'affari statunitense è a livello "junk" (spazzatura). Suonerà un po' qualunquista e banale, ma viene davvero da chiedersi a cosa servono gli analisti finanziari. Azzerare il rating di un'azienda, dunque in sostanza dire che non c'è più speranza, dopo che questa ha dichiarato fallimento lo sanno fare tutti. Non servono blasonati biglietti da visita o master in finanza per dire che quando un gruppo è in bancarotta non dà più garanzie. A che serve il rating se arriva dopo?

Etichette:

5 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Sarò anche ripetitivo, ma il rating tradizionale soffre di due grossi mali, il primo è l'orizzonte temporale del bilancio (annuale) che non coincide con le esigenze finanziarie, l'altro è che il rating è "sollicited", ovvero l'azienda paga l'agenzia per farsi assegnare un rating con un evidente conflitto di interessi.
Spero che oggetti come il rating dinamico presentato ad Euroshareholders possano aiutare gli investitori.
Ciao da Andrea F.

11:09 AM  
Anonymous Dalle8alle5 ha detto...

Rispondo alla tua domanda con un'altra domanda: a farsi pagare laute parcelle?

11:12 AM  
Blogger Isa ha detto...

Concordo con "dall8alle5". ma a che servono gli analisti?

3:06 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Cosa succederà agli obbligazionisti?

3:59 PM  
Blogger L'imprenditore ha detto...

Secondo me è tutta la filiera dei controlli che non funziona.

Troppo business anche in quello.

La Borsa che ha come business quello di quotare aziende (e ne ha quotate di non quotabili fossero seri)

Le case di investimento che muovono il mercato e collaborano tra loro.

Gli analisti che fanno lo stesso.

I board e i manager che guadagnano gonfiando a dismisura.

Gli investitori che pretendono alti rendimenti.

Tutti a pompare, pompare, poi a furia di pompare i palloncini si assottigliano e scoppiano.

5:51 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Post precedenti:

per leggere tutti i post precedenti consulta subito qui di seguito l'archivio del blog organizzato su base mensile

| dicembre 2004 | gennaio 2005 | febbraio 2005 | marzo 2005 | aprile 2005 | maggio 2005 | giugno 2005 | luglio 2005 | agosto 2005 | settembre 2005 | ottobre 2005 | novembre 2005 | dicembre 2005 | gennaio 2006 | febbraio 2006 | marzo 2006 | aprile 2006 | maggio 2006 | giugno 2006 | luglio 2006 | agosto 2006 | settembre 2006 | ottobre 2006 | novembre 2006 | dicembre 2006 | gennaio 2007 | febbraio 2007 | marzo 2007 | aprile 2007 | maggio 2007 | giugno 2007 | luglio 2007 | agosto 2007 | settembre 2007 | ottobre 2007 | novembre 2007 | dicembre 2007 | gennaio 2008 | febbraio 2008 | marzo 2008 | aprile 2008 | maggio 2008 | giugno 2008 | luglio 2008 | settembre 2008 | ottobre 2008 | novembre 2008 | dicembre 2008 | gennaio 2009 | febbraio 2009 | marzo 2009 | aprile 2009 | maggio 2009 | giugno 2009 | luglio 2009 | agosto 2009 | settembre 2009 | ottobre 2009 | novembre 2009 | dicembre 2009 | gennaio 2010 | febbraio 2010 | marzo 2010 | aprile 2010 | maggio 2010 | giugno 2010 | luglio 2010 | agosto 2010 | settembre 2010 | ottobre 2010
__________________________________________________________________________________

fuorimercato2011@gmail.com